Segnalibro a… “Pagina 27”

In uno degli ultimi articoli, parlando di Cesenatico, vi avevo lasciato con la promessa di un piccolo regalo… ebbene, ora è giunta l’ora di strappare la carta da decoro e scoprire cosa si celava all’interno della scatola a sorpresa!
Pagina 27” non si riferisce ad un passo preciso di un libro ma, piuttosto, rappresenta simbolicamente il sorgere e l’inizio di una bella storia, anzi, di una favola! Se siete lettori, allora troverete sicuramente il vostro luogo ideale mentre, se siete il tipo di persona che finora si è sempre tenuta a debita distanza da tomi e pagine scritte… preparatevi a cambiare idea!

Libreria 1
Stéphanie, assieme alla madre, non è soltanto la proprietaria di questa insolita quanto unica ed indipendente libreria di Cesenatico ma, allo stesso tempo, si potrebbe definire un caloroso anfitrione. Chiunque varchi la soglia di questa bottega di libri seminascosta verrà di fatto accolto da un’atmosfera “di casa” fatta di sorrisi, chiacchiere e… tanti bei libri!

Quando dico “bei libri”, d’altro canto, intendo proprio dire “belli”: oltre ad un’attenta selezione che includa solo opere di qualità, Stéphanie possiede la dote peculiare di ricercare edizioni dalla fattura impeccabile che, quasi quasi, fanno venire voglia di portarsele a casa anche se si tratterebbero di doppie copie così, solo per la loro bellezza fisica!

Libreria 3

Ricordo ancora la prima volta che misi piede all’interno di Pagina 27. La libreria aveva aperto da poco ed io, incuriosito ma anche, devo ammetterlo, prevenuto a causa delle piccole dimensioni, mi avventurai al suo interno affrontando quei pochi gradini che precedono l’uscio iniziando a curiosare tra la merce in esposizione.

Presto, mi accorsi di trovarmi davanti a volumi particolarmente curati, frutto di un’attenta scelta editoriale nonché di una meticolosa cernita da parte del libraio stesso. Mentre ammiravo una splendida versione delle fiabe di H. C. Andersen, ad un tratto, mi sentii porre una mano sulle spalle: era Stéphanie che, a mezza via tra l’apparire una strega od una sirena ammaliatrice (complice l’orario vespertino che filtrava attraverso la luce cremisi dalla vetrata), lanciava il suo incantesimo su di me!

Accarezzali, toccali, sentili, annusali, strofinali, strappali, se vuoi, perché i libri sono qualcosa di fisico!” sono le parole del sortilegio lanciatomi da Stéphanie grazie al quale, ancora oggi, non posso fare a meno di ritornare ogni volta in cui risulta possibile a “Pagina 27” in cerca non solo di un libro ma anche di amicizia, calore e, spesso, più di qualche semplice chiacchiera.

Libreria 2

Guidata dall’unico leitmotiv del rosso, colore passionale che danza sulla tappezzeria duettando con candide strisce, la libreria è essa stessa l’incarnazione della meraviglia. Un luogo così piccolo ed appartato eppure così ricco ed in costante cambiamento tra una minuta vetrina che stuzzica gli ospiti con proposte ogni giorno sempre diverse e, al calare della notte, l’apparire di delicate luminare che, riesumando anacronisticamente il natale, evocano il ricordo di un caldo focolare, un luogo dove trovare calore umano e condividere storie, emozioni, sentimenti ed una bevanda calda accoccolati su una poltrona o semplicemente sui gradini d’ingresso, tra un libro ed il profumo d’inchiostro…

Foglie di tè tra le righe

(Per la degustazione completa del tè in questione potete cliccare qui).

Dopo avere ricevuto il consenso per la stesura del presente articolo, ho subito cominciato a pensare quale tè avrebbe incarnato al meglio l’aria d’incanto che distingue Pagina 27. Dopo averci rimuginato per giorni, però, ho deciso di “prendere il toro per le corna” e, semplicemente, rivolgere la domanda ai diretti interessati. Così, di ritorno dalla spiaggia, mi sono precipitato in libreria e, non senza una certa sfacciataggine, ho domandato alla madre di Stéphanie quali colori, odori, sapori avrebbe scelto per rappresentare la propria attività.

Rosso” è stata la prima parola che ha esclamato! Già, che stupido, come avevo fatto a non pensarci prima? Poi, è seguito un altro vocabolo: “forte”! Sì, azzeccatissimo direi, perché Stéphanie e sua madre hanno creato un nuovo mondo, piccolo e raccolto, certo, ma sempre una realtà innovativa che sfida gli stereotipi e se ne infischia dei trend di mercato a favore dell’autenticità e della genuinità del prodotto. “Agrumato”, infine, è stata l’ultima parola che mi è stata riferita: “a me piacciono molto i litchi, perché non sono il solito agrume, sono strani, non aspri, un po’ dolci… ma questo magari non considerarlo, io e mia figlia siamo all’opposto!” sono state le parole più o meno esatte della madre.

Che dire? L’aiuto di una delle due proprietarie è stato rivelatore: ora non avevo più dubbi! Sperando dunque di avere fatto quanto di meglio rientrasse nelle mie possibilità e capacità, ho deciso di fare fiorire nella mia teiera, in onore di Pagina 27, un tè Oolong di Taiwan, cultivar Fo Shou, raccolto invernale 2018.

La forma appallottolata che, lentamente, a poco a poco si dischiude attraverso le varie infusioni rivelando splendide foglie dalle caratteristiche venature di un chiaro colore bruno richiama l’idea di un ambiente raccolto ma familiare.
Allo stesso tempo, nel liquore si profonde un deciso colore ambrato che richiama sia il rosso dominante dell’arredamento sia la luce del tramonto che, all’epoca della mia prima visita, mi aveva accompagnato oltre la soglia.

Infine il gusto, deciso, un poco speziato, rispecchia senza dubbio la forza femminile e caratteriale che permea le guardiane e fondatrici di quel piccolo paradiso terrestre mentre le decise note di frutta secca e miele ricordano molto i tradizionali croccanti e mandorlati delle festività natalizie rispecchiando, così, quelle timide e variopinte lucine che, allo spuntare delle prime stelle, fanno capolino tra le raffinate inferriate di Pagina 27 rivestendola, quasi come fossero tante piccole lucciole, di un fascino senza tempo…
Libreria 4

Omar.

2 pensieri su “Segnalibro a… “Pagina 27”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...