Venus: il mio dolore è la tua insofferenza

Il Pride Month è appena trascorso e, probabilmente, qualcuno di voi si sarà accorto di come io non abbia minimamente sollevato le problematiche messe in luce grazie a quest’iniziativa. In verità, avevo in mente un lungometraggio preciso, purtroppo difficilmente recuperabile persino in lingua originale a causa dei molti pregiudizi che tenta di capovolgere, di un’opinione pubblica troppo restrittiva e costrittiva. Non appena ho saputo che sarebbe stata trasmessa in tv la traduzione italiana per l’occasione, ho preferito attendere per gustarmi nuovamente appieno la visione e, magari, cogliere qualche dettaglio ulteriore da potere inserire in questo forse troppo breve articolo.

Continua a leggere